fbpx

A titolo di esempio riportiamo la prova di carico eseguita su un palo mega diam. 219 mm realizzato al di sotto di una abitazione con marcati problemi di cedimenti differenziali.

Come evidenzia la prova penetrometrica statica, il terreno sul quale insiste il fabbricato ha portanza molto bassa fino a notevole profondità; per un corretto dimensionamento dell’intervento di consolidamento è stato necessario quindi eseguire un primo palo pilota. A seguito della posa del palo, di cui alleghiamo il rapportino infissione, abbiamo atteso un congruo periodo di tempo affinchè si riequilibrasse la pressione interstiziale del terreno per eseguire la prova di carico.

RAPPORTINO INFISSIONE PALO PILOTA DIAM. 219 MM

Il palo pilota è stato portato a 16 m di profondità riscontrando una resistenza ultima di 200 ql; a distanza di circa 2 mesi abbiamo predisposto sulla testa dello stesso la attrezzatura per la prova di carico di cui riportiamo il grafico. I dati raccolti sono stati utilizzati per la stima della portata utile attraverso la interpolazione iperbolica lineare di Chin.

PROVA DI CARICO

Durante la prova di carico abbiamo esercitato una forza massima di 300 ql senza superare però la portata limite (un cedimento pari a 1/10 del diametro del palo). Si può subito notare un incremento minimo del 50% della resistenza alla infissione dal momento in cui è stato posato, che se però ci atteniamo al risultato teorico della interpolazione parabolica lineare risulterebbe di 550 ql la portata limite raggiunta dal palo nell’arco di 2 mesi.

STIMA PORTATA UTILE

Durante le esecuzioni delle prove di carico appare sempre molto evidente l’incremento della portata di un palo realizzato senza asportazione di terreno come il palo mega, maggiore è la plasticità della argilla e maggiore sarà l’aumento in termini percentuali.