fbpx

Se le resine espandenti fossero davvero una efficace tecnologia nel consolidamento delle fondazioni tutte le altre non avrebbero motivo di esistere; le società che eseguono questi interventi praticano degli innocui fori di piccolo diametro lungo le murature ammalorate, in poco tempo finiscono e ti rassicurano che ora la tua casa è sicura.

In numerosi casi siamo intervenuti presso fabbricati dove era già stato eseguito un intervento con le resine espandenti e quello che abbiamo constatato durante le nostre lavorazioni è che le resine si erano espanse soprattutto sotto i marciapiedi, sotto i solai, nei vespai, lungo i fianchi delle fondazioni.

Bisogna ricordare che la causa principale dei cedimenti delle fondazioni è l’essiccamento delle argille che provoca la diminuzione del loro volume; la argilla contraendosi si distacca dal piano fondale, la fondazione segue il suo movimento e insorgone le lesioni sul fabbricato.

Le argille sono terreni a grana fine, coesive e per quanto le cannule per l’iniezione delle resine vadano in profondità e vengano iniettate in pressione la resine cercherà sempre la via che oppone meno resistenza al suo moto, quindi verso la superfice, lungo la cannula e non in profondità dove le pressioni geostatiche sono maggiori. Clienti raccontano di essersi trovati resina nelle tubature, rigonfiamenti delle pavimentazioni, fuoriuscite di resina nel giardino.

Nei terreni compatti la resina non riesce ad insinuarsi, a ramificarsi e soprattutto non sarà mai in grado di modificare il comportamento della argilla alle variazioni di contenuto d’acqua.

L’iniezione di resina può sembrare efficace quando questa riesce a gonfiarsi tra il piano fondale e il terreno perchè la sua forza di espansione può essere in grado di sollevare la muratura ma non hai scongiurato la causa che aveva provocato il cedimento delle fondazioni; il tuo fabbricato continuerà comunque ad interagire con gli strati superficiali di argilla, soggetti a modifiche del loro volume  al variare del loro contenuto d’acqua.

Bisogna prestare molta attenzione alle condizioni sulla garanzia che le società che iniettano resine espandenti propongono: prima di tutto specificano che è a carico del comittente l’eliminazione delle cause che hanno provocato il cedimento delle fondazioni e la garanzia comuinque è riferità alle sole caratteristiche meccaniche del prodotto.

E’ molto probabile che alla prima ricomparsa delle lesioni l’impresa torni immediatamente a ripetere il trattamento a titolo gratuito, stuccherai nuovamente le crepe nei muri e aspetterai che ricompaiano ancora una volta.

La soluzione definitiva per scongiurare il cedimeto delle fondazioni è trasferire interamente il carico del fabbricato agli strati in profondità, di natura diversa, che non subiscono l’essiccamento, come sabbie e ghiaie, lavoro che un palo presso infisso esegue alla perfezione.

Nelle immagini che seguono uno scavo eseguito a ridosso dei muri di una villetta dove era intervenuta una impresa che ha praticato l’iniezione delle resine espandenti, dimostratasi inutile nell’arrestare il cedimento delle fondazioni; si possono vedere le cannule inserite nel cordolo, gli ammassi di resina che si sono formati nel sottofondo del marciapiede e fogli di resina sui fianchi delle fondazioni. Il consolidamento delle fondazioni è stato reggiunto con l’installazione di pali mega eccentrici.